Comune, legalita' e trasparenza per il neocomissario Costantino: «Crotone avra' il suo Natale»

Vivrà a Crotone nei suoi sei mesi di mandato e ha chiesto alla Prefettura un solo sub-commissario per essere affiancata nel difficile compito di gestione del Comune di Crotone. Il commissario prefettizio Tiziana Costantino, che si è insediata ieri, ha incontrato questa mattina i rappresentanti della stampa nella sala giunta. «Sono qui – ha esordito – con grande piacere, sono calabrese, ci metterò tutta la passione che ho sempre messo nel mio lavoro. Ai cittadini dico: abbiate fiducia, chiunque vuole rivolgersi a me lo può fare».

Il neocommissario Costantino ha detto di aver bisogno di tempo per valutare ogni situazione che riguarda l’Ente, ma ha assicurato che guarderà con attenzione alla spesa e alla realizzazione dei progetti secondo le direttrici della legalità e della trasparenza. Crotone piace al neocommissario perché è una città calabrese (lei è nata a Reggio Calabria), ma soprattutto è la città che le regala un incarico nella sua terra. «Lavorerò – ha detto il neocommissario – per non far perder un solo centesimo dei finanziamenti che la città ha avuto e per garantire la sicurezza dei cittadini».

Ecco perché ha assicurato la sua presenza in Comune almeno cinque giorni la settimana, ma se il caso lo richiederà anche più. che intende prendere saranno quelle per tornare nella sua Reggio Calabria o a Roma dove risiede. Il commissario ha usato la stessa “cautela” nel merito delle valutazioni sull’operato dei dirigenti del Comune e sui consigli di amministrazione delle partecipate. «Saranno oggetto di valutazione – ha assicurato Costantino –, parlerò con ognuno dei rappresentanti delle partecipate e vedremo come procedere».

Il neocommissario ha anche voluto lanciare un messaggio di speranza sul Natale, garantendo un impegno a trovare risorse (anche esterne, sponsor) per allestire in città le luminarie e l'albero di Natale. «Crotone – ha detto – deve avere il suo albero e percorrerò tutte le vie che la legge consente per farglielo ottenere».

Nella lente del discorso d’insediamento del neocommissario anche il blocco del bilancio da parte della Corte dei conti e l'utilizzo della piscina olimpica. Proprio su quest'ultima questione, Tiziana Costantino si è detta decisa a impegnare tutte le risorse che possono consentire al Comune di fare cassa. Ovviamente nel rispetto della legge.

Comune, legalita' e trasparenza per il neocomissario Costantino: «Crotone avra' il suo Natale»

Comune, legalita' e trasparenza per il neocomissario Costantino: «Crotone avra' il suo Natale»

Vivrà a Crotone nei suoi sei mesi di mandato e ha chiesto alla Prefettura un solo sub-commissario per essere affiancata nel difficile compito di gestione del Comune di Crotone. Il commissario prefettizio Tiziana Costantino, che si è insediata ieri, ha incontrato questa mattina i rappresentanti della stampa nella sala giunta. «Sono qui – ha esordito – con grande piacere, sono calabrese, ci metterò tutta la passione che ho sempre messo nel mio lavoro. Ai cittadini dico: abbiate fiducia, chiunque vuole rivolgersi a me lo può fare».

Il neocommissario Costantino ha detto di aver bisogno di tempo per valutare ogni situazione che riguarda l’Ente, ma ha assicurato che guarderà con attenzione alla spesa e alla realizzazione dei progetti secondo le direttrici della legalità e della trasparenza. Crotone piace al neocommissario perché è una città calabrese (lei è nata a Reggio Calabria), ma soprattutto è la città che le regala un incarico nella sua terra. «Lavorerò – ha detto il neocommissario – per non far perder un solo centesimo dei finanziamenti che la città ha avuto e per garantire la sicurezza dei cittadini».

Ecco perché ha assicurato la sua presenza in Comune almeno cinque giorni la settimana, ma se il caso lo richiederà anche più. che intende prendere saranno quelle per tornare nella sua Reggio Calabria o a Roma dove risiede. Il commissario ha usato la stessa “cautela” nel merito delle valutazioni sull’operato dei dirigenti del Comune e sui consigli di amministrazione delle partecipate. «Saranno oggetto di valutazione – ha assicurato Costantino –, parlerò con ognuno dei rappresentanti delle partecipate e vedremo come procedere».

Il neocommissario ha anche voluto lanciare un messaggio di speranza sul Natale, garantendo un impegno a trovare risorse (anche esterne, sponsor) per allestire in città le luminarie e l'albero di Natale. «Crotone – ha detto – deve avere il suo albero e percorrerò tutte le vie che la legge consente per farglielo ottenere».

Nella lente del discorso d’insediamento del neocommissario anche il blocco del bilancio da parte della Corte dei conti e l'utilizzo della piscina olimpica. Proprio su quest'ultima questione, Tiziana Costantino si è detta decisa a impegnare tutte le risorse che possono consentire al Comune di fare cassa. Ovviamente nel rispetto della legge.