Serata di gala per la ricerca contro la fibrosi cistica: iniziativa del gruppo "Vita in te ci credo" di Crotone

(Riprese e montaggio: Danilo Riolo) - Una serata da favola a sostegno della ricerca. È quella che si è svolta, lo scorso 7 dicembre, presso il ristorante “Dattilo” di Strongoli dove si è tenutala la charity dinner "Dream gala", organizzata dal Gruppo di sostegno Fondazione ricerca fibrosi cistica (Ffc) "Vita in te ci credo" di Crotone.

Giunto alla seconda edizione, l’evento ha lo scopo di diffondere la cultura della solidarietà attraverso il sostegno alla ricerca scientifica per sconfiggere la fibrosi cistica.

Il ricavato è stato infatti devoluto a beneficio della “Fondazione ricerca fibrosi cistica italiana Onlus”, che dal 1997, promuove, seleziona e finanzia progetti avanzati di ricerca per migliorare la durata e la qualità di vita dei malati. 

Il nome dato all' evento, "Dream gala”, è stato scelto appositamente al fine di sottolineare il sogno perseguito dal Gruppo di sostegno: una vita senza fibrosi cistica, possibile solo grazie all'aiuto del prossimo, tassello mancante di un puzzle perfetto.

È stata la chef stellata Caterina Ceraudo a curare nel dettaglio il menù, accompagnato da vini offerti da cantine del territorio calabrese e veneto.

La serata è stata animata dal teatro della Maruca e musica dal vivo. Per la seconda volta, l'iniziativa è stata sensibilmente appoggiata, dal maestro orafo Gerardo Sacco, con la creazione di pezzi unici per la serata.

Un altro importante ospite, venuto da Milano appositamente, è stato Paolo Faganelli, vicepresidente della Fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica, figlio del presidente emerito, Vittoriano Faganelli, il quale ha parlato delle ultime novità sulla ricerca. Numerosi sponsor hanno aderito, finanziando l'evento e offrendo i loro prodotti.

Immensa è la gratitudine del gruppo nei confronti della propria città, Crotone, che ancora una volta, non è rimasta in disparte, ma ha dimostrato interesse, generosità e sensibilità.

 

Serata di gala per la ricerca contro la fibrosi cistica: iniziativa del gruppo

Serata di gala per la ricerca contro la fibrosi cistica: iniziativa del gruppo "Vita in te ci credo" di Crotone

(Riprese e montaggio: Danilo Riolo) - Una serata da favola a sostegno della ricerca. È quella che si è svolta, lo scorso 7 dicembre, presso il ristorante “Dattilo” di Strongoli dove si è tenutala la charity dinner "Dream gala", organizzata dal Gruppo di sostegno Fondazione ricerca fibrosi cistica (Ffc) "Vita in te ci credo" di Crotone.

Giunto alla seconda edizione, l’evento ha lo scopo di diffondere la cultura della solidarietà attraverso il sostegno alla ricerca scientifica per sconfiggere la fibrosi cistica.

Il ricavato è stato infatti devoluto a beneficio della “Fondazione ricerca fibrosi cistica italiana Onlus”, che dal 1997, promuove, seleziona e finanzia progetti avanzati di ricerca per migliorare la durata e la qualità di vita dei malati. 

Il nome dato all' evento, "Dream gala”, è stato scelto appositamente al fine di sottolineare il sogno perseguito dal Gruppo di sostegno: una vita senza fibrosi cistica, possibile solo grazie all'aiuto del prossimo, tassello mancante di un puzzle perfetto.

È stata la chef stellata Caterina Ceraudo a curare nel dettaglio il menù, accompagnato da vini offerti da cantine del territorio calabrese e veneto.

La serata è stata animata dal teatro della Maruca e musica dal vivo. Per la seconda volta, l'iniziativa è stata sensibilmente appoggiata, dal maestro orafo Gerardo Sacco, con la creazione di pezzi unici per la serata.

Un altro importante ospite, venuto da Milano appositamente, è stato Paolo Faganelli, vicepresidente della Fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica, figlio del presidente emerito, Vittoriano Faganelli, il quale ha parlato delle ultime novità sulla ricerca. Numerosi sponsor hanno aderito, finanziando l'evento e offrendo i loro prodotti.

Immensa è la gratitudine del gruppo nei confronti della propria città, Crotone, che ancora una volta, non è rimasta in disparte, ma ha dimostrato interesse, generosità e sensibilità.